Newsroom

Ricerca cardio-vascolare: Aiutare più pazienti con insufficienza cardiaca

Nonostante i grandi successi nel trattamento delle malattie cardiache, sono necessarie ulteriori ricerche. Dato l’aumento dell’aspettativa di vita, sempre più persone sono colpite da malattie cardiovascolari. Un esperto spiega quali sono le domande a cui bisogna rispondere sul trattamento dell'insufficienza cardiaca.

Il trattamento farmacologico dell'insufficienza cardiaca si è sviluppato notevolmente negli ultimi anni, essendosi aggiunte sempre più opzioni terapeutiche. Un nuovo principio attivo ha migliorato significativamente la prognosi. Anche dispositivi quali il defibrillatore impiantabile (ICD) e la terapia di resincronizzazione cardiaca (CRT) oggi sono metodi consolidati nel trattamento. Tuttavia, ancora molti pazienti non ricevono le terapie necessarie. Qui ci sarebbe un grande potenziale di miglioramento, dice il PD Dr. Micha Maeder, primario facente funzioni all'ospedale cantonale di San Gallo.

Insufficienza cardiaca

Attualmente non è disponibile una terapia efficace per circa la metà di tutti i pazienti con insufficienza cardiaca. Si tratta di coloro nei quali la funzione di pompa del cuore viene mantenuta, mentre se ne riduce l'elasticità e il riempimento cardiaco è reso più difficile. Stiamo cominciando lentamente a comprendere questa forma di insufficienza cardiaca. «Per poter aiutare questi pazienti sono necessarie urgentemente nuove ricerche», dice Maeder.

Articolo della nostra rivista CUORE e ICTUS CEREBRALE, agosto 2019

Le potrebbe interessare anche

Qui potrà saperne di più in tema di ricerca sul pacemaker.


Saperne di più

Nostra promozione della ricerca

La Fondazione Svizzera di Cardiologia promuove progetti di ricerca molto promettenti nell'ambito cardiovascolare.

Opuscolo disponibile in tedesco e in francese.

Ordinare qui

[Translate to Italienisch:] spenden

Le loro offerte contribuiscono a comprendere meglio le malattie cardiovascolari, individuarle più precocemente e curarle più efficacemente. Aiutate anche voi.

Condividi il sito Web