Ricerca attuale

Molto è già stato realizzato. Ma ci sono ancora numerosi punti oscuri. Per molti pazienti, trovare le relative risposte costituisce l'unica speranza di una miglior qualità della vita. La promozione della ricerca è quindi una priorità della Fondazione Svizzera di Cardiologia.

Una selezione dei progetti sostenuti e attualità della ricerca

Promozione ricerca

Più ictus cerebrali a causa del COVID-19?

Ammalarsi di COVID-19 può causare un ictus e anche influenzare il decorso della malattia. Un progetto di ricerca svizzero mira ora a ottenere importanti informazioni al riguardo. > Più ictus cerebrali a causa del COVID-19?
È ormai noto che i cardiopatici sono particolarmente a rischio in caso di infezione da coronavirus. Non è ancora chiaro perché. In un'intervista, i due cardiologi Prof. Stephan Windecker e Prof. François Mach spiegano quali questioni dovranno ora essere chiarite in un importante progetto di ricerca nazionale. > Cosa fa il coronavirus a cuore e vasi sanguigni
Le malattie cardiovascolari e i loro fattori di rischio sono una concausa importante nei casi mortali di COVID-19. Due studi nazionali stanno studiando le cause, per proteggere meglio i pazienti in una futura pandemia. La Fondazione Svizzera di Cardiologia sostiene i due progetti con un totale di 800'000 franchi. > La Fondazione sostiene progetti di ricerca nazionali contro il COVID-19
Promozione ricerca

Invecchiare nel modo più sano possibile

Il Prof. Giovanni Camici indaga su come invecchiano i vasi e perché nel corso della vita compaiono malattie cardiovascolari. Per questo, la Fondazione Svizzera di Cardiologia gli conferisce il Premio per la ricerca 2020. > Invecchiare nel modo più sano possibile
Nel 90% dei pazienti ipertesi non esiste una causa identificabile. L'ipertensione arteriosa, quindi, di solito non si può guarire ma solo curare. La PD Dr.ssa Isabella Sudano illustra le attuali ricerche per il futuro. > Trattare meglio gli anziani con ipertensione arteriosa
Promozione ricerca

Scoprire rapidamente l'infarto cardiaco

Infarto: sì o no? Medici e pazienti lo possono sapere già dopo un'ora grazie al Dr. Raphael Twerenbold. Per questo importante progresso gli è stato assegnato il Premio per la ricerca 2019 della Fondazione Svizzera di Cardiologia. > Scoprire rapidamente l'infarto cardiaco
Il trattamento dell'insufficienza cardiaca si è sviluppato notevolmente negli ultimi anni. Tuttavia, di gran lunga non tutti i pazienti ricevono ancora le terapie necessarie, dice il PD Dr. Micha Maeder. > Aiutare più pazienti con insufficienza cardiaca
Da cinque anni, è possibile aspirare o estrarre con uno stent alcuni tipi di coaguli che bloccano un'arteria cerebrale. Sono in corso ricerche per stabilire se dopo otto ore i pazienti possono ancora beneficiare di questa terapia. > Sconfiggere l'ictus cerebrale in modo ancora più efficace
I materiali degli impianti continuano a migliorare. Per esempio, si stanno studiando valvole cardiache che si degradano dopo essere state impiantate nel cuore e sostituite dai tessuti autologhi dell'organismo. > Nuove valvole cardiache con tessuto autologo
iI primi pacemaker, 60 anni fa, erano grandi come un disco da hockey su ghiaccio. Nel tempo le dimensioni dei dispositivi si sono ridotte molto. La nuova tecnologia dei pacemaker wireless, tuttavia, è ancora agli inizi. > Pacemaker senza fili per i disturbi del ritmo

Il compito centrale della Fondazione Svizzera di Cardiologia

La promozione della ricerca è uno dei compiti primari della Fondazione Svizzera di Cardiologia. Essa sostiene progetti di ricerca che vengono realizzati o avviati in Svizzera e nei quali i ricercatori svizzeri sono coinvolti in modo significativo. A livello tematico si considerano le malattie cardiache, le malattie dei vasi sanguigni e i disturbi circolatori cerebrali (ictus). Tutte le domande presentate correttamente sono sottoposte a un rigoroso processo di revisione. Vengono sostenuti solo i progetti di alta qualità scientifica con un potenziale beneficio per i pazienti.


[Translate to Italienisch:] spenden

La Fondazione Svizzera di Cardiologia promuove progretti di ricerca per poter aiutare meglio i pazienti in futuro. Aiutate anche voi con un'offerta.

Condividi il sito Web