Newsroom

Come avere in tavola più alimenti sani

Frieda Dähler aiuta le persone a seguire un'alimentazione più sana dopo un infarto cardiaco. I suoi consigli nutrizionali non prevedono divieti. Quasi, perché esistono due tabù.

Ciascuno di noi si alimenta in modo molto perso­nale: non ci piace che ci venga imposto cosa va nel nostro piatto e cosa no. E lo sa anche Frieda Dähler. Perciò inizia la sua conversazione in modo abba­stanza rilassato, forse anche un po' riservato. «È impor­tante sapere che non ci sono divieti quando si tratta di mangiare sano per il cuore», dice, confutando tutti colo­ro che immaginano che una nutrizionista sia un educa­tore severo o qualcosa di simile.

Frieda Dähler, nutrizionista
«Mi piace mangiare. Fa parte del mio lavoro», dice la nutrizionista Frieda Dähler.

All'Inselspital di Berna segue i cardiopatici durante la riabilita­zione ambulatoriale. Il corso inizia con una formazione di gruppo, quindi Frieda Dähler approfon­disce gli argomenti in discussioni individuali. In una conversazione personale esplora i desideri e gli obiettivi dei pazienti, dato che non tutti vogliono ottenere la stessa cosa.

Alcu­ni vogliono perdere peso. Altri vogliono semplicemente sapere cosa è permesso e cosa no, limiti chiari, anche se non ne esistono. Infine, alcuni non vogliono cambiare affatto la loro dieta e continuano negli anni con le con­suete abitudini. Anche questo va bene per Frieda Dähler: «In fin dei conti ognuno è il capitano della sua nave.»

Utilizzando un questionario capisce le abitudini alimentari delle persone. Poi spiega come si possono inserire nella dieta porzioni più sane. Le sue raccomandazioni sono basate sulla dieta mediterranea perché questa è considerata particolarmente sana per il cuore. Dà suggerimenti e consigli su come introdurla nella vita quotidiana. Ci devono essere molti ingredienti: piacere personale, esigenze sociali e anche bilancio economico.

A volte, Frieda Dähler considera le raccomandazioni come le stelle: anche se non riesci a raggiungerle in pratica, almeno ti indicano la direzione giusta. Nono­stante la flessibilità, sono due i divieti che pone: in primo luogo, consumare costantemente bevande zuccherate. È stato dimostrato che è dannoso per il cuore, aggiunge. In secondo luogo, i cibi pronti. È particolarmente mal­sano mangiare quasi esclusivamente pizze o altri piatti pronti e non cuci­nare mai per sé stessi.

Lei stessa mangia volentieri. «Penso che faccia parte del mio lavoro», dice. Anche il fatto che lei stia attenta a cosa mangia è una abitudine professionale. Ride. Sì. Effettivamente riflette se nel suo piatto ci sono fonti proteiche: è una deformazione professionale inconscia. Ma il suo atteggiamento nei confronti dell'alimenta­zione rimane rilassato. Mangia anche carne. Il suo grande amore, tuttavia, sono le verdure: non perché siano così terribilmente salutari, afferma, ma semplice­mente perché le piacciono.


Saperne di più

Alimentazione sana per il cuore

Alimentazione sana per il cuore e i vasi sanguigni

Le abitudini alimentari assumono grande importanza per la salute del cuore. L'alimentazione mediterranea si è rivelata particolarmente favorevole per il cuore e i vasi sanguigni. In questo opuscolo ci proponiamo di mostrare le vie che portano ad uno stile di vita sano per il cuore e ad una miglior qualità della vita. 

Ordinare qui

Condividi il sito Web