Cardioversione

Di cosa si tratta

In alcuni pazienti che soffrono di disturbi del ritmo cardiaco come la fibrillazione atriale si può ristabilire il ritmo cardiaco normale con una cardioversione. Si distingue tra cardioversione elettrica (con impulsi di corrente) e cardioversione con medicamenti.

Procedimento

Questo trattamento si deve programmare in anticipo perché il paziente, per evitare un’embolia, deve prima prendere dei medicamenti anticoagulanti. La cardioversione si pratica durante una narcosi che dura solo pochi minuti. Attraverso gli elettrodi applicati sul torace passa una scarica di corrente opportunamente dosata che riporta in equilibrio l’attività elettrica del cuore. Il trattamento si fa ambulatorialmente e di solito il paziente può essere dimesso dall’ospedale il giorno stesso.

Degenza in ospedale

intervento ambulatoriale o alcuni giorni.


Saperne di più

Le aritmie cardiache

Con l'espressione aritmie cardiache si designano irregolarità del battito cardiaco fastidiose o tali da pregiudicare la funzione di pompaggio del cuore. L'opuscolo le spiega le diverse forme di aritmia, la relativa diagnosi e le possibilità di terapia di cui oggi disponiamo.

Ordinare qui

 

Condividi il sito Web