Diabete

Che cos’è il diabete?

Il diabete mellito è una malattia del metabolismo degli zuccheri. Nell’organismo gli alimenti assunti sono trasformati in massima parte in glucosio. Affinché il glucosio dal sangue possa passare nelle cellule occorre l’ormone insulina, prodotto dal pancreas. Nei diabetici c’è una carenza di insulina o un'insufficiente risposta all'insulina. Perciò il glucosio non è assorbito in quantità sufficiente dalle cellule e si accumula nel sangue. Ne conseguono tassi sanguigni del glucosio troppo elevati. Il diabete favorisce l’arteriosclerosi. Rispetto alle altre persone, i diabetici hanno un rischio nettamente maggiore di infarto cardiaco o ictus cerebrale. Nei diabetici i disturbi gravi dell’irrorazione sanguigna dei piedi sono 20 volte più frequenti che nelle persone sane. Il diabete può danneggiare anche gli occhi, i reni e il sistema nervoso.

Diverse forme di diabete

  • Il diabete mellito di tipo 1 inizia generalmente nell’infanzia o nell’adolescenza. Nelle persone colpite le cellule che producono l’insulina sono distrutte. Le cause non si conoscono.
  • Il diabete mellito di tipo 2 si manifesta soprattutto negli adulti. L’organismo produce ancora insulina, ma le cellule non sono più in grado di reagirvi a sufficienza. Il diabete di tipo 2 è molto più diffuso di quello di tipo 1. In Svizzera circa metà dei diabetici di tipo 2 non sa di avere questa malattia! Per accertarla si deve misurare il tasso sanguigno dello zucchero (glicemia).

Prevenire il diabete?

Il sovrappeso è un importante fattore di rischio per il diabete di tipo 2: quattro persone su cinque con diabete di tipo 2 sono in sovrappeso! Un peso normale, sufficiente attività fisica e un’alimentazione equilibrata contribuiscono in misura determinante ad abbassare il rischio di diabete di tipo 2. Ma anche uno stile di vita sano non garantisce di non ammalarsi di diabete, perché nell’insorgenza del diabete di tipo 2 anche l’ereditarietà assume un ruolo importante. Se si hanno dei parenti prossimi (genitori, fratelli o sorelle) che soffrono di diabete di tipo 2 aumenta nettamente il proprio rischio di questa malattia. In questo caso, a partire da 40 anni è opportuno farsi misurare la glicemia una volta all’anno.

La sindrome metabolica

Sovrappeso, tassi sanguigni sfavorevoli dei lipidi e ipertensione arteriosa aumentano il rischio di diabete di tipo 2. Spesso questi quattro fattori di rischio si manifestano insieme: si parla allora di „sindrome metabolica“. La sindrome metabolica è una delle cause più importanti di malattie cardiovascolari. Le persone con una sindrome metabolica hanno un rischio molto più alto di subire un infarto cardiaco o un ictus cerebrale.

Sintomi

forte sete, minzioni frequenti, acuità visiva variabile, offuscamento della vista, sensazione di insensibilità ai piedi, stanchezza, diminuzione dell’efficienza, perdita di peso inspiegabile pur avendo fame, infezioni più frequenti. Generalmente però questi sintomi si manifestano solo in uno stadio avanzato del diabete.

Trattamento

cambiamenti dello stile di vita, medicamenti, insulina.


Trova ulteriori informazioni e indirizzi di riferimento all’Associazione Svizzera per il Diabete.

Condividi il sito Web